L'importanza dello STRETCHING

Pubblicato il 30 gennaio 2024 11:25

Lo stretching è un elemento chiave nella routine di allenamento di molti corridori, e la sua importanza è stata ampiamente discussa nel contesto della corsa. Mentre ci sono opinioni contrastanti sul momento migliore per eseguire gli esercizi di stretching, e le ricerche scientifiche hanno prodotto risultati variabili, esistono alcune evidenze che possono aiutare a guidare le decisioni degli atleti.

Benefici dello stretching nella corsa:

Lo stretching offre diversi benefici, tra cui:

  • Aumento della flessibilità: Lo stretching regolare può migliorare la flessibilità muscolare, consentendo ai corridori di avere una gamma di movimento più ampia.
  • Prevenzione delle lesioni: Uno degli obiettivi principali dello stretching è ridurre il rischio di lesioni muscolari e articolari durante la corsa.
  • Miglioramento della circolazione: Gli esercizi di stretching possono favorire una migliore circolazione sanguigna, aiutando i muscoli a ricevere una maggiore quantità di ossigeno e nutrienti.
  • Miglioramento delle prestazioni: Una migliore flessibilità può contribuire a una migliore efficienza nei movimenti durante la corsa.

Quando fare lo stretching:

La questione più dibattuta riguarda il momento migliore per eseguire lo stretching - prima o dopo la corsa. Alcuni suggeriscono che lo stretching dinamico prima dell'allenamento può preparare i muscoli per l'attività, mentre lo stretching statico dopo la corsa può contribuire a rilassare i muscoli e ridurre la rigidità.

  • Prima della corsa: Lo stretching dinamico prima della corsa coinvolge movimenti controllati attraverso una gamma di movimenti. Ciò può aumentare la temperatura muscolare e migliorare la flessibilità, preparando i muscoli per l'attività imminente.
  • Dopo la corsa: Lo stretching statico, che coinvolge il mantenimento di una posizione per un periodo prolungato, può essere più efficace dopo la corsa per contribuire al rilassamento muscolare e alla riduzione della tensione.

Frequenza dello stretching:

La frequenza degli esercizi di stretching può variare a seconda delle preferenze personali e delle esigenze fisiche. Alcuni corridori preferiscono eseguire stretching brevi e leggeri più volte durante la giornata, mentre altri optano per sessioni più lunghe, magari alla fine di ogni allenamento.

  • Durante la giornata: Gli esercizi di stretching leggeri durante la giornata possono aiutare a mantenere la flessibilità e prevenire la rigidità muscolare.
  • Dopo ogni corsa: Uno stretching più completo alla fine di ogni corsa può essere particolarmente benefico per ridurre la tensione muscolare accumulata durante l'allenamento.

Evidenze scientifiche:

La ricerca scientifica sull'efficacia dello stretching è complessa e non sempre concorde. Tuttavia, numerosi studi hanno suggerito che lo stretching dinamico prima dell'allenamento può migliorare le prestazioni, mentre lo stretching statico può essere più efficace dopo l'attività fisica per migliorare la flessibilità.

In conclusione, lo stretching è un componente importante della routine di allenamento per i corridori. La chiave è adattare la pratica alle esigenze individuali e alle preferenze personali, tenendo conto degli obiettivi specifici, del tipo di corsa e delle risposte fisiche individuali. È consigliabile consultare un professionista del fitness o uno specialista dello sport per personalizzare un programma di stretching in base alle esigenze individuali.