L'allenamento LENTO nella corsa

Pubblicato il 22 gennaio 2024 18:21

Tale allenamento riveste un'importanza cruciale sia per gli amatori che per i professionisti, contribuendo al miglioramento delle prestazioni, alla prevenzione degli infortuni e alla promozione della salute a lungo termine. Mentre l'allenamento ad alta intensità è essenziale per sviluppare la velocità e la resistenza, l'inclusione di sessioni a bassa intensità offre diversi vantaggi.

Gli atleti professionisti spesso incorporano l'allenamento lento nella loro routine per garantire un recupero adeguato tra le sessioni intense e per costruire una base aerobica solida. Ad esempio, il famoso maratoneta etiope Haile Gebrselassie ha sottolineato l'importanza di correre a un ritmo moderato durante gli allenamenti per migliorare la resistenza e la capacità polmonare.

Studi scientifici hanno anche confermato i benefici dell'allenamento lento nella corsa. Una ricerca pubblicata nel "Journal of Strength and Conditioning Research" ha dimostrato che l'allenamento a bassa intensità può migliorare l'efficienza aerobica e la capacità di resistenza, contribuendo così a prestazioni più consistenti nel tempo. Questo tipo di allenamento promuove l'adattamento cardiorespiratorio e migliora il corpo nel trasportare l'ossigeno ai muscoli in modo più efficiente.

Un altro studio pubblicato sul "Journal of Applied Physiology" ha evidenziato come l'allenamento lento contribuisca alla maggiore produzione di mitocondri nelle cellule muscolari. I mitocondri sono fondamentali per la produzione di energia aerobica, e un aumento della loro presenza migliora la capacità del corpo di sostenere lo sforzo prolungato.

Per gli amatori, l'allenamento lento è altrettanto rilevante. Spesso, i corridori dilettanti possono incorrere in errori comuni, come l'eccesso di allenamento ad alta intensità senza sufficiente recupero. L'approccio più equilibrato che include sessioni di corsa lenta può aiutare a prevenire il sovrallenamento e ridurre il rischio di infortuni da stress ripetitivo.

Inoltre, l'allenamento lento offre un'opportunità per lavorare sulla tecnica di corsa. Correre a un ritmo più lento consente ai corridori di concentrarsi sulla postura, sulla cadenza e sulla corretta distribuzione del peso, migliorando la biomeccanica complessiva e riducendo il rischio di lesioni legate a movimenti scorretti.

In conclusione, l'allenamento lento nella corsa è fondamentale per atleti di ogni livello. Dai professionisti che cercano di perfezionare le loro prestazioni ai principianti che vogliono costruire una base solida, l'inclusione di sessioni a bassa intensità offre numerosi vantaggi. Sostenuto da ricerche scientifiche e pratiche comuni di atleti di successo, questo approccio equilibrato alla corsa promuove la resistenza, previene gli infortuni e contribuisce a una migliore salute generale.